Effetti delle ordinanze del Tribunale sulla dichiarazione UE-Turchia

di mercoledì, giugno 28, 2017 0 Permalink

Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-001437/2017

alla Commissione

Articolo 130 del regolamento

Barbara Spinelli (GUE/NGL)

Oggetto: Effetti delle ordinanze del Tribunale sulla dichiarazione UE-Turchia

Il 28 febbraio 2017 il Tribunale dell’Unione europea ha statuito sulle cause NF, NG e NM c. Consiglio europeo (cause T-192/16, T-193/16 e T-257/16) affermando che, a prescindere dal fatto che la dichiarazione UE-Turchia non costituisce una dichiarazione politica né una misura che produce effetti giuridici vincolanti, essa non può essere considerata una misura adottata dal Consiglio europeo né, peraltro, da qualsiasi altra istituzione, organismo, ufficio o agenzia dell’Unione europea, né può essere ritenuta rivelatrice dell’esistenza di una misura tale da corrispondere alla misura contestata. Inoltre, la Corte ha ritenuto che, “anche supponendo che un accordo internazionale avrebbe potuto essere concluso in via informale nel corso della riunione del 18 marzo 2016, […] esso avrebbe costituito un accordo concluso dai capi di Stato o di governo degli Stati membri dell’Unione europea e dal primo ministro turco”.

Alla luce di quanto precede, se la dichiarazione UE-Turchia doveva essere considerata uno strumento internazionale, quale sarebbe la base giuridica per coinvolgere le istituzioni dell’UE nella sua attuazione?

Ritiene la Commissione che gli impegni già assunti sulla base del testo in parola siano compatibili con le ordinanze emesse dal Tribunale?

IT

E-001437/2017
Risposta di Dimitris Avramopoulos
a nome della Commissione
(1.6.2017)

Come osservato dal Tribunale nelle sue ordinanze, la posizione della Commissione, condivisa dal Consiglio europeo e dal Consiglio dell’UE, è che la dichiarazione UE-Turchia non costituisce un accordo internazionale vincolante.

Per quanto riguarda il secondo quesito, la Commissione rimanda l’onorevole deputato alla quinta relazione sui progressi compiuti in merito all’attuazione della dichiarazione UE‑Turchia [1].

[1]  COM(2017) 204 final del 2 marzo 2017.